Ideazione e Coordinamento Tecnico: Dott. Leonardo Zan

TERREMOTI DELL'ALTO ADRIATICO DEL 1916 (Imax = VIII-IX°MCS)

Il periodo sismico iniziò il 7 maggio e si protrasse fino a dicembre con diverse scosse di forte intensità. Le località danneggiate sono comprese in un'area complessiva di circa 10.000 kmq. Il Riminese e la bassa Romagna subirono danni molto gravi con crolli o lesioni gravi a migliaia di edifici civili, storici e religiosi, pubblici e privati. Anche nelle Marche settentrionali si registrarono numerosi danni gravi ad edifici. Vi furono almeno 4 morti e numerose decine di feriti.
Variazioni del regime delle acque di falda e limitati fenomeni di cedimento del terreno furono osservati nelle località vicine all'epicentro.
Segue una breve descrizione degli effetti del sisma in ognuno dei Comuni compresi nella zona in esame, quando documentati.

  • A Cartoceto (VII°MCS) la scossa produsse danni diffusi, ma non gravi, a quasi tutti gli edifici.
  • A Fano (VII-VIII°MCS) le varie scosse causarono fenditure e cadute di soffitti, cornicioni e comignoli in molte case; crollarono 3 piccole case già in cattive condizioni e molti edifici religiosi subirono danni alla struttura ed agli ornamenti interni.
  • A Isola del Piano (VI°MCS) la scossa del 16 agosto, della durata di circa 8 s, danneggiò lievemente 10 case.
  • A Saltara (VII°MCS) le scosse produssero il crollo di multi muriccioli, resero inagibili più di 30 case e ne danneggiarono lievemente altre 50.
  • A San Costanzo (V°MCS) le scosse furono avvertite da tutti ma non produssero danni.
  • A Serrungarina (VII°MCS) le scosse danneggiarono 28 case e ne resero inabitabili 5.

In Fig. 4 si riporta una mappa della distribuzione approssimativa degli effetti macrosismici di questo terremoto. In Fig. 5 si riporta una foto d'epoca di danni provocati dal sisma a Fano.


Fig. 4. Distribuzione geografica cumulativa approssimativa dell'intensità macrosimsica dei terremoti del 1916.


Fig. 5. Fano, casa della Santa o Palazzo Arnolfi (1917),
danneggiata dal terremoto del 15-16-17 agosto 1916.
Sezione Archivio di Stato di Fano, Fondo Ufficio Tecnico Comunale, busta 297.

Tutores: Prof.ssa Olivia Nesci · Dott. Gianluca Patrignani
Relazione di: Dott.ssa Daniela Mencucci (Università degli Studi di Urbino "Carlo Bo")