Fondazione Cassa di Risparmio di Fano
Logo della Pinacoteca San Domenico

Pinacoteca San Domenico - Galleria fotografica del restauro

Non c'è veramente nulla di più eloquente della documentazione fotografica per descrivere lo stato ante e post restauro. I lavori di recupero hanno interessato sia la parte edile, sia quella del restauro che quella dell'impiantistica.

Insieme Insieme

Veduta d'insieme

Dall'ingresso principale la veduta dell'intera aula dove spicca l'apparato scenografico impiantato nel '700. A copertura dell'ovale che si scorge nella parete absidale di fondo era collocata una grande tela che andò distrutta nel crollo del campanile del 1944.

Insieme Insieme

Un'altra veduta generale dall'ingresso

L'attenzione è posta in particolare alla navata di sinistra, ove sono collocati, tra gli altri, il pulpito ligneo e l'altare in legno dorato che ospita la tela Madonna del Rosario di Felice Torelli

Altar maggiore Altar maggiore

La zona absidale

Come testimoniano le fotografie, lo stato in cui versava l'altar maggiore in marmi policromi era lo stesso che si poteva osservare dopo il crollo. Macerie, immondizia e uno stato di generale abbandono sono stati il punto di partenza dei lavori di recupero, che hanno portato alla ben diversa situazione attuale. L'altare, in particolare, addirittura divelto dal pavimento, è stato completamente smontato e restaurato riutilizzando tutti i frammenti originali ritrovati.

Basi delle colonne Basi delle colonne

Basi delle colonne

A terra la testimonianza della massiccia presenza di volatili all'interno dell'edificio. Le condizioni precarie della struttura lasciavano facile accesso ai colombi, rendendo l'ambiente pericoloso anche dal punto di vista sanitario. Anche le basi delle colonne sono state trattate, mentre i confessionali originali in legno hanno ricevuto un trattamento conservativo e successivamente ricollocati in sito.

Cantoria Cantoria

La cantoria

Si tratta dell'unica cantoria rimasta delle due, identiche, presenti prima degli eventi bellici. La struttura lignea è stata rinforzata, il parapetto restaurato e l'accesso dalla Cappella del Crocefisso ripristinato tramite una scala in legno. Ora la cantoria fa da degna cornice alle tele ospitate lungo la parete di destra del presbiterio.

Cappella del Crocefisso Cappella del Crocefisso

Cappella del Crocefisso

Si tratta della cappellina sul lato destro della Chiesa. Ospita un bell'altare in marmo e ora, dopo il restauro, accoglie opere di Pompeo Morganti, Simone De Magistris, Sebastiano Ceccarini, Simone Cantarini e Gaetano Lapis.

Confessionali Confessionali

Confessionali

Quattro confessionali in legno si trovano incastonati lungo le pareti laterali. Restaurati, mancano di pochi elementi originari.

Controfacciata Controfacciata

Controfacciata

Oltre al recupero della originaria tela di ignoto, al restauro della lapide Rinalducci e a quello del portone di ingresso, la controfacciata modifica il suo aspetto soprattutto per la ricollocazione della originaria bussola lignea, ritrovata ammassata dietro l'altare maggiore a inizio lavori.

Scorcio Scorcio

Scorcio laterale

L'apposizione delle settecentesche colonne ha dato all'edificio, oltre al carattere scenografico, due pseudo-navate, ridottissime nelle dimensioni, ma utili a dare l'illusione di una maggiore superficie.

Parete sinistra Parete sinistra

Parete di sinistra

Tra le opere collocate su questa parete, vanno certamente ricordate lo Sposalizio della Vergine, del Guercino e San Tommaso d'Aquino che adora il Crocifisso di Jacopo Negretti, detto Palma il Giovane.

Comunicazione istituzionale

Conoscere la Fondazione 2014
Reportage fotografico sull'attività erogativa della Fondazione nel periodo 2004 - 2013
(formato pdf - Mb 7,6)

Le Fondazioni: un immenso bene italiano
Campagna di comunicazione a cura di ACRI con la collaborazione di Pubblicità Progresso

Realizzazioni recenti

Museo Etnico Bagnaresi
Una preziosa e unica collezione di opere d’arte, artigianato e di interesse multietnico provenienti da tutti i continenti (Ingresso gratuito tutto l'anno con prenotazione presso la Fondazione)

SISTEMA MUSEALE
DI PALAZZO BRACCI PAGANI

Il Palazzo storico dedicato ad ospitare una struttura polivalente e moderna per finalità artistiche e scientifiche

Fondazione Cassa di Risparmio di Fano
Via Montevecchio n. 114 - 61032 FANO (PU)
Tel. 39 0721 802885 - Fax 39 0721 827726 - E-mail:
C. F. 90008180417